Le vetrate del Duomo: una Bibbia di luce scolpita nel vetro

NESSUNA VISITA ATTUALMENTE IN PROGRAMMA

Scrivici e chiedici di riprogrammare questa visita!

Fin dai primi anni del Quattrocento, infatti, parallelamente ai cantieri di architettura e scultura, sorge vicino al Duomo il laboratorio per preparare le vetrate. Sotto la direzione di Michelino da Besozzo e Stefano da Pandino, vengono fabbricate le vetrate più antiche della Cattedrale (Sagrestia) e parte di quelle dei tre grandi finestroni dell’abside, dedicate al Nuovo e Antico Testamento e all’Apocalisse (quella centrale).

Ripercorreremo la storia di questo capolavoro di luce e colore, dal lontano 1400 ad oggi.  Le vicende dei maestri vetrai, le antiche tecniche di lavorazione del vetro e dei pigmenti. Scopriremo come  pezzi di vetro di diverse dimensioni divengono, uniti con delle strisce di piombo, immagini  sacre senza tempo. Conosceremo le meraviglie di vetreria realizzate sui cartoni di Vincenzo Foppa, Arcimboldo e Albrecht Dürer, solo per citarne alcuni. E ci immergeremo nella grande valenza religioso-spirituale di questi muri iridescenti: il cammino della luce, che ogni fedele era tenuto a compiere. La luce che in tutto il Medioevo assume un significato simbolico come espressione del divino, in opposizione alla materia buia, vista come simbolo del peccato.

Inviami una notifica quando questa guida sarà disponibile:

Torna su