La stazione centrale: un mondo di aquile e leoni, dei e imperatori - miguidi
La stazione centrale: un mondo di aquile e leoni, dei e imperatori - miguidi
La stazione centrale: un mondo di aquile e leoni, dei e imperatori - miguidi
La stazione centrale: un mondo di aquile e leoni, dei e imperatori - miguidi
La stazione centrale: un mondo di aquile e leoni, dei e imperatori - miguidi
La stazione centrale: un mondo di aquile e leoni, dei e imperatori - miguidi
La stazione centrale: un mondo di aquile e leoni, dei e imperatori - miguidi

La stazione Centrale: un mondo di aquile e leoni, dei e imperatori

Prezzo di listino
Esaurito
Prezzo scontato
€0,00
Prezzo unitario
per 

Prezzo

€ 12 - il prezzo comprende: visita guidata condotta dai nostri professionisti + sistema di microfonaggio per una migliore fruizione della visita (al raggiungimento dei 15 partecipanti).

Durata visita

2 ore circa

Ritrovo

10 minuti prima 

Luogo incontro

Viale Andrea Doria n. 4 - Davanti alla Cascina Pozzobonelli

Descrizione

Una passeggiata nell’oasi milanese, denominata il quadrilatero del silenzio, vera panacea per gli occhi e le orecchie dello stanco cittadino milanese, avvezzo al traffico e ai pochi angoli di quiete.

Un affascinante percorso ricco di sorprese e curiosità  tra Corso Venezia, Piazza Duse, via Cappuccini e via Mozart,  uno dei luoghi più caratteristici di Milano che, ancora oggi, custodisce segreti e storie di scrittori e artisti famosi.

Il quadrilatero del silenzio ci aspetta, dunque,  ricco di suggestioni, con le sue splendide ville, i suoi palazzi avveniristici, i giardini nascosti e i suoi curiosi ospiti. Ecco, dunque, apparire dei fenicotteri, sì in pieno centro, nello splendido giardino di Villa Invernizzi e un orecchio gigantesco campeggia su un palazzo: ma cosa ci fa questo orecchio in via Serbelloni?

E ancora: il quartiere di Andreani con il futuristico Palazzo Fidia, un incrocio tra una navicella spaziale e un castello, Villa Necchi Campiglio,  le case Berri Meregalli e tanto altro. Una Milano inedita.

La stazione Centrale: un mondo di aquile e leoni, dei e imperatori
Apri
Torna su