Giuseppe Verdi e la sua opera più bella: la casa di riposo per musicisti

NESSUNA VISITA ATTUALMENTE IN PROGRAMMA

Scrivici e chiedici di riprogrammare questa visita!

 

 


Casa Verdi merita senz’altro una visita, per l’intrinseco valore artistico, per omaggiare un grande uomo che ha scelto di usare la propria fama e i propri beni per aiutare persone bisognose, per l’'edificio stesso, il museo, il giardino, la cripta e gli ospiti della casa: capita di incontrarli o anche solo di sentirli suonare al piano o gorgheggiare.

Nelle sue stanze si respira un’atmosfera unica. Casa Verdi è una bella casa di fine Ottocento, costruita su progetto di Camillo Boito. All’interno è possibile visitare, oltre alla tomba del maestro e della sua consorte Giuseppina Strepponi, con bellissimi mosaici allegorici, anche stanze da lui ideate ed arredate con mobili ed oggetti a lui appartenuti, alcuni quadri di Giovanni Boldini e di altri pittori sostenuti da Verdi, i busti di Vincenzo Gemito che rappresentano Verdi e Giuseppina, mobili e strumenti musicali  (tra cui la spinetta su cui  il maestro imparò a suonare). Un viaggio nel tempo, ricco di atmosfera, cimeli del grande musicista e testimonianza del suo grande cuore.

Inviami una notifica quando questa guida sarà disponibile:

Torna su