Capitani coraggiosi. L'avventura umana dello scoprire al Mudec

NESSUNA VISITA ATTUALMENTE IN PROGRAMMA

Scrivici e chiedici di riprogrammare questa visita!

L’esposizione indaga le frontiere dell’esplorazione novecentesca fino a oggi, e lo fa toccando le vette, lo spazio, gli abissi e la terra più profonda, ovvero gli ultimi confini geografici indagati dagli esploratori professionisti in un periodo - quello dai primi decenni del ‘900 a oggi - in cui la mappatura delle terre emerse era ormai stata completata dal lavoro dei pionieri ottocenteschi.

Attraverso opere della collezione permanente del Museo delle Culture di Milano, fotografie, filmati e cimeli di famose spedizioni, parteciperemo alla trasformazione del concetto di ‘esplorazione’ nell’ultimo secolo, con un particolare focus sulle conquiste maturate in Lombardia e con aperture a quello che sarà il futuro dell’esplorazione e dello studio della geografia nel mondo attuale in cui, complice la tecnologia, la “dimensione spaziale” è diventata un elemento fondante dei cambiamenti che avvengono in seno alla nostra società.

Cominceremo la nostra visita proprio dalla Lombardia, con le grandi esplorazioni geografiche del XVII e XIX secolo alla ricerca del passaggio a Nord Ovest e delle fonti del fiume Napo in Amazzonia. Anno dopo anno, assisteremo alle avvincenti imprese per il controllo del mondo delle grotte e degli abissi e di vette come il K2, la ‘montagna degli Italiani’.  Per concludere, una sezione sui possibili scenari futuri dello studio dello spazio, con interviste a cuochi e fisici, urbanisti e artisti, sviluppatori ed esploratori, fotografi e antropologi che si confronteranno in una doppia intervista sulla loro visione dello spazio fisico.

Inviami una notifica quando questa guida sarà disponibile:

Torna su