Visite ai musei di Milano

UN GIOIELLO DA NON PERDERE: IL MUSEO DEL DUOMO e SAN GOTTARDO IN CORTE

Vota questa visita
(1 Vota)

Centinaia di opere d’arte fra sculture, dipinti, oreficerie, arazzi, paramenti, oggetti liturgici in duemila metri quadri di spazi espositivi. Un patrimonio incredibile, capace di svelare l’anima stessa della cattedrale, con i suoi protagonisti più conosciuti – artisti famosi e grandi uomini di fede – accanto a quelli più anonimi – i donatori sconosciuti, gli umili lavoratori.

Conosceremo il nostro Duomo nelle sue pieghe più nascoste e profonde, dalla posa della prima pietra nel 1386 alla nascita di uno dei cantieri più fervidi dell’Europa medievale e moderna, passando per le grandi dinastie dei Visconti e degli  Sforza fino ai Borromeo. Il Museo è ospitato negli ambienti medievali di Palazzo Reale, in cui ammireremo frammenti di decorazioni riscoperte durante il recente restauro.

La scoperta dell'identità medievale del palazzo continuerà nella Cappella di Corte, la Chiesa di San Gottardo in Corte, cappella ducale, ristrutturata di recente.
La piccola chiesa ha mantenuto la struttura trecentesca, di cui però nel 1771-75 ha perduto la facciata e l'atrio per fare posto allo scalone d'onore del Palazzo Reale.
Il portale originario è stato poi ricollocato sul fianco e tuttora costituisce l'accesso alla chiesa da Via Pecorari.

Di rara bellezza il campanile - a base ottagonale con accostamenti di colori, tra il cotto ed il marmo - che eredita il più antico orologio della città, e a cui il quartiere deve il nome di Contrada delle Ore.
Pregevole anche il grande affresco di scuola giottesca che originariamente si trovava sulla parete esterna e che nel secolo scorso è stato collocato all'interno.

Una chicca di Milano.

 

 

Logo star-snippets.com